Design ed ecosostenibilità: il nuovo progetto della startup italiana potremmo vederlo ovunque

Un nuovo progetto in fase di sperimentazione sta già attirando l’attenzione per il modo in cui lavora in modo ecologico e sostenibili. Fonde insieme anche il design come oggetto innovativo che potremmo ritrovare nelle case in futuro..

Design ed ecosostenibilità sono sempre più interconnessi, riuscendo a mitigare l’impatto ambientale dei prodotti e degli spazi, ma anche a portare soluzioni più innovative, efficienti ed economicamente vantaggiose. Inoltre, il design ecosostenibile spesso si integra con la tecnologia per creare soluzioni intelligenti che ottimizzano anche l’efficienza energetica.

design ecosostenibilità
Il progetto che unisce design ed ecosostenibilità – living.it @ecologicstudio

Questo è ciò al quale ha pensato la start up italiana EcoLogicStudio che ha in ballo un progetto ancora in fase prototipale. Il piano di EcoLogicStudio si base sul fatto di riuscire a migliorare il modo di vivere all’interno degli edifici, lavorando sulla qualità dell’aria che respiriamo, rendendola più pulita.

Il progetto ecosostenibile e di design per purificare l’aria

EcoLogicStudio è una start up nata nel 2005 a Londra, un’ agenzia di design che ha iniziato lanciato un progetto che prende il nome di AIReactor, un dispositivo in grado di purificare l’aria domestica in modo naturale e sostenibile. È un purificatore dell’aria, ma non uno qualunque, perchè il suo sistema principale è composto da un fotobioreattore cilindrico, che ospita microalghe fotosintetiche. Queste minuscole piante acquatiche, essenziali per gli ecosistemi marini, assorbono CO2 e sostanze inquinanti  rilasciando ossigeno puro.

progetto ecosostenibile
Progetto ecosostenibile di design di EcoLogicStudio: AIReactor – living.it @ecologicstudio

AIReactor è un innovativo dispositivo progettato per ottimizzare la fotosintesi delle alghe, sfruttando un flusso d’aria continuo che simula le correnti marine. Ciò non solo favorisce la crescita e la salute delle alghe, ma permette anche di contribuire significativamente alla pulizia dell’aria. Grazie alla sua capacità di catturare il carbonio atmosferico, AIReactor offre un duplice vantaggio, ovvero riduce l’inquinamento atmosferico e crea un ambiente più salubre. Inoltre, il suono rilassante del flusso d’aria che ricorda il movimento del mare crea un’atmosfera calma e tranquilla, migliorando la qualità della vita negli ambienti. In più, il dispositivo avrebbe un potenziale di cattura del carbonio pari a quello di un albero maturo.

Se qualcuno si sta chiedendo che fine facciano le alghe lungo andare nel tempo, semplicemente si trasformano in biomassa, che vengono essiccate e riutilizzate per creare biopolimeri, ovvero polimeri naturali derivati da fonti vegetali rinnovabili. Inoltre, la biomassa delle microalghe, un materiale di scarto del lavoro fatto dal fotobioreattore, viene riutilizzato e rincorporato in una serie di oggetti di uso quotidiano, dando nuova vita a ciò che potrebbe essere definito come un “rifiuto”, venendo riciclato.

Impostazioni privacy