È un errore che fanno quasi tutti comprando da Ikea, non farlo anche tu!

Se anche tu hai l’abitudine di andare da Ikea per realizzare i tuoi progetti di arredamento domestico, è probabile che possa compiere un errore molto comune.

Intendiamoci, non si tratta di niente di clamorosamente grave e, probabilmente, potresti anche arrivare all’ottimizzazione dei tuoi acquisti senza questo strumento. Tuttavia, se ti abituerai ad utilizzare questo prodotto, potrai sicuramente notare i valori aggiunti che sarà in grado di darti per avere tutto in ordine in maniera creativa ed efficace, avvicinandoti così all’obiettivo di creare la tua casa da sogno senza sprechi!

C'è uno strumento pratico e gratuito che ti permetterà di migliorare le tue capacità di arredo - living.it
C’è uno strumento pratico e gratuito che ti permetterà di migliorare le tue capacità di arredo – living.it

Pertanto, se andando da Ikea qualche volta ti sei sentito confuso e smarrito, incapace di prendere le giuste decisioni su cosa acquistare e dove collocarlo nel tuo ambiente, questa soluzione fa al caso tuo.

Cos’è la moodboard e come funziona: non vi sentirete più persi

Il segreto per non commettere errori da Ikea è avere una moodboard ben organizzata, una raccolta grafica di immagini, oggetti, colori e parole con cui è possibile creare associazioni di idee in modo coerente. Ma perché è così utile quando stai andando da Ikea?

moodboard
La moodboard può risolvere buona parte dei problemi progettuali – living.it – Fonte Pixabay

Ebbene, la moodboard ti permette di creare delle narrazioni visive, accostando immagini ad oggetti e potendo così supportare il tuo processo creativo in modo davvero straordinario. Può infatti tradurre visivamente le tue idee e i tuoi valori, permettendoti ad esempio di lavorare con i colori e verificando se alcuni abbinamenti funzionano o meno, e valutandone punti di forza e di debolezza.

Per certi versi, dunque, la moodboard ti permetterà di fare del brainstorming quando stai raccogliendo idee per un nuovo progetto: riunirà in un unico strumento spunti e ispirazioni utili per costruire il concept della tua idea di arredamento. Le buone notizie non sono però finite qui. Per creare una moodboard non servono infatti grandi investimenti, ma un po’ di ingegno e dedizione.

Come creare una moodboard
Costruisci la tua moodboard partendo dallo stile che preferisci, ed arricchendola con i particolare che vorresti inserire – living.it

Per realizzarne una da zero, per esempio, è buona abitudine identificare il concetto da cui partire (ad esempio, l’arredamento di una stanza, come la cucina) e di qui partire alla ricerca di materiali che siano in grado di trasmettere le sensazioni che si desidera vivere e comunicare. Si può dunque procedere alla ricerca di un tema da declinare, oppure lavorare direttamente sugli stili e sui colori. A quel punto, nella moodboard sarà possibile esprimere più di un concetto, ma è comunque meglio non esagerare, scegliendone due o tre che si combinano insieme.

Una volta realizzata, la si potrà utilizzare per controllare i materiali e domandarsi se sono coerenti con il proprio progetto o meno. Trattandosi di uno strumento molto versatile si potrà poi procedere con l’eliminare qualcosa o sostituirla con altri materiali. Se si preferisce, si può anche creare più di una moodboard e poi scegliere quale delle varianti può esprimere meglio il concetto alla base del proprio progetto.

Impostazioni privacy