Hai appena comprato casa? Non incorrere in ulteriori spese, ricordati di fare queste cose

Spesso la fretta di entrare nel proprio nuovo appartamento dei sogni fa passare in secondo piano quanto sia importante tenere a mente alcune accortezze che possono farci risparmiare molti soldi.

Eppure, basta un pizzico di attenzione per capire che in realtà con alcuni piccoli accorgimenti è possibile risparmiare centinaia di euro nel post-acquisto e… siamo certi che un simile risparmio non potrà che far piacere a tutti i nuovi proprietari di un immobile, che magari proprio in questi frangenti hanno dovuto fare i conti con qualche limatura al proprio budget, determinata proprio dalle grandi spese conseguenti l’acquisto di una casa.

casa
Ecco qualche pratico consiglio per risparmiare dopo aver acquistato casa – living.it

Il primo passo? Cominciamo con la voltura delle utenze, come luce e gas. È infatti sempre meglio domandare ai venditori di non chiudere i propri contratti di utenza domestica, ma di lasciarle aperte in maniera tale che si possano volturare con il passaggio di proprietà. In questo modo potrai risparmiare un po’ di tempo e denaro, considerato che attivare un’utenza ex novo ha un costo maggiore!

Come risparmiare dopo l’acquisto di una casa

Tra gli altri suggerimenti che dovresti seguire per risparmiare dopo l’acquisto di una casa c’è poi la conservazione di quei documenti che potrai scaricare in dichiarazione dei redditi. Tieni pertanto una copia delle fatture che hai pagato all’agente immobiliare per la sua intermediazione, o quelle per il rogito notarile. Potrai infatti portarle in detrazione e risparmiare un po’ di denaro il prossimo anno in sede di pagamenti fiscali.

casa
Alcuni consigli che ti faranno piacere: scopri con noi come risparmiare centinaia di euro nell’acquisto casa – living.it

Terzo spunto che ti consigliamo di seguire è la conservazione del rogito notarile, l’atto ufficiale che attesta il passaggio di proprietà dell’immobile. Tienine anche una copia digitale, da utilizzarsi per ogni evenienza (l’origine potrà essere conservato in cassetta di sicurezza o in una cassaforte).

Quindi, ricordati di andare in Comune per fare la dichiarazione Tari: apri la tua posizione per la tassa sui rifiuti, perché se non lo farai prima o poi (spesso, a distanza di anni), il Comune si farà sentire con le sue sanzioni per non averlo fatto prima. Basta andare all’ufficio tributi del Comune per effettuare, in pochi minuti, questo adempimento.

Infine, quinta e ultima cosa, porta la residenza sulla tua nuova abitazione, perché come prima casa non pagherai l’Imu. Per far ciò, basta recarsi all’ufficio anagrafe ed effettuare la comunicazione richiesta: una piccola accortezza che ti farà risparmiare un bel po’ di imposte!

Impostazioni privacy