Non sacrificare la doccia, così puoi averne una grande anche in un bagno piccolo

Il momento della doccia è uno dei più rilassanti della giornata, non rendiamolo meno piacevole con spazi angusti.

Si sa, a chi non piace dopo una lunga giornata di lavoro, o dopo un lungo allenamento, rilassarsi sotto una doccia calda? O quale miglior modo di ottenere uno sprint di inizio giornata se non con un bel getto di acqua fresca. A rendere questi momenti così magici non è solamente la privacy che c’è dietro a quel momento, ma è proprio il pieno relax che riusciamo a raggiungere. Per arrivare a questo confort, una degli aspetti che dobbiamo sicuramente tenere a mente sono gli spazi.

Box doccia
Ci sono tre fondamentali tipologie di box doccia, scopri quella che più fa per te – living.it

Non c’è cosa più fastidiosa che ritrovarsi in una doccia dove i nostri movimenti sono limitati e impediti dalle pareti che ci sembrano stringenti. È per questo che quando si progetta il bagno, è necessario uno studio meticoloso per far si che tutto si incastri in maniera perfetta. Ma non perdete di speranze, perché tutto è possibile. Andiamo a vedere come non perdere la magia in un momento così personale, ottimizzando al meglio la stanza a disposizione.

Box doccia: gli elementi da valutare per la scelta ad hoc per te

Prima di tutto dobbiamo studiare la conformazione della stanza. L’elemento che per il quale dobbiamo trovare l’incastro perfetto e sia l’ubicazione del piatto doccia, che la tipologia del box doccia stesso. Se la superficie disponibile è ridotta, una delle soluzioni migliori è quella di posizionare il box doccia in un angolo, in modo da sfruttare i due muri come pareti e poter utilizzare un piatto doccia di dimensioni ridotte.

Box doccia
Inserisci una spondina nella tua doccia walk in, per evitare di inondare il tuo bagno – living.it

Se invece vogliamo aumentare i volumi disponibili, è possibile andare ad utilizzare un box doccia di nicchia con porta scorrevole. Questo sarà racchiuso da tre muri, e permette di ridurre i problemi di spazio nell’apertura della doccia. Inoltre offre la possibilità di utilizzare un piatto doccia più ampio, di dimensioni di almeno un metro, in modo da rendere il tutto più confortevole.

Uno dei modelli di box doccia che più affascina le persone sono senza dubbio quelli con modalità walk-in, ovvero senza un piatto doccia in rilievo vero e proprio. Dando un’impressione di open space, questa soluzione offre sicuramente lo spazio maggiore tra tutte e tre le tipologie che siamo andati a vedere. Le dimensioni del “piatto doccia” in questo caso arriveranno ad essere anche di un metro e mezzo, e vi daranno la sensazione di piena libertà.

Impostazioni privacy