Vi presento la mia casa di 39 metri quadri: l’ha ideata e progettata da solo

Una casa di 39 metri quadri presentata durante l’Open House di Torino: ecco l’idea di un architetto per rendere l’appartamento più che vivibile. 

Open House Torino
Ecco il progetto di Davide Minervini per l’appartamento di 39 metri quadri (Living.it)

Abbiamo potuto vedere molto spesso tante soluzioni cittadine per riuscire a gestire gli spazi stretti in molti appartamenti di varie città. Milano, in questo, è diventata un punto di ritrovo per molti comici d’Italia, sia per i costi esorbitanti per appartamenti molto piccoli, sia per le soluzioni, anche poco ortodosse, per rendere l’appartamento abitabile. Ma qui oggi non raccontiamo dell’ennesima truffa milanese di appartamenti a prezzi bassissimi ma con degli spazi a dir poco folli. Parliamo, oggi, di un architetto che ha ripensato, a Torino, la propria casa, ecco un’altra idea vincente.

L’idea di un architetto per ripensare l’appartamento di 39 metri quadri

Davide Minervini
39 metri quadri di casa? Ecco l’idea per renderla vivibile (Living.it)

Siamo all’Open House di Torino, un festival gratuito durante il quale una grande varietà di edifici e luoghi aprono le proprie porte per essere ammirati. Si parla di idee architettoniche, strutture e costruzioni che attraggono l’interesse di tanti. “È una celebrazione cittadina degli edifici, dei luoghi e dei quartieri dove viviamo e lavoriamo, il cui obiettivo è mostrare il ruolo positivo dell’architettura nelle nostre vite” si racconta così il progetto Open House, continuando a raccontare come il progetto nasca a Londra circa trent’anni fa e oggi ha preso forma in varie parti d’Italia.

Una celebrazione, nel vero senso della parola, un momento in cui ci si rende conto del valore dell’architettura e come è in grado di assumere un ruolo positivo e migliorativo delle nostre vite. Proprio per questo nel festival è rientrata la casa di Davide Minervini, l’architetto che ha rivisto e ripensato l’appartamento di 39 metri quadri. Pochi spazi, essenziali e, soprattutto, sfruttati al meglio delle loro possibilità; questo il concetto che ha visto il rinnovo di questo appartamento nella forma di oggi.

Un piccolo appartamento: ecco l’idea di Davide Minervini

Partiamo, prima di tutto, nel dire che tutti i mobili e le strutture presenti in casa sono su misura. Non penso ci volesse un inciso per capirlo al meglio, ma è essenziale mettere subito le cose in chiaro. Per riuscire a rinnovare gli spazi c’è bisogno di lavori e costi ben diversi dalla “standardizzazione“. L’appartamento presenta due camere e un bagno. L’ingresso è delimitato da una grande armadiatura in legno, con la quale, essendo sufficientemente grande, ha costituito come un muro divisorio fra la porta di ingresso e il bagno, di fronte, costituendo un piccolo corridoio. Gli armadi e le costruzioni in legno sono essenziali nei nuovi spazi pensati dall’architetto, anche per la cucina e la scrivania.

Infatti la cucina è un angolo cottura nel salotto d’ingresso, incassata in una libreria. Dai lati della cucina, sempre costruiti su misura, escono dei pannelli che permettono di chiudere la cucina, rendendola come a scomparsa. Un modo per ripensare al concetto di angolo cottura e di spazi condivisi per più usi. Il corridoio creato con l’armadiatura porta nel bagno e nella camera da letto, precedentemente cucina con tinello, che si costituisce di una zona con il letto e una cabina armadio. Anche questa, nascosta in una armadiatura come risultando un muro, gioca con il resto della camera da letto e la scrivania, fronte finestra, con una base rimovibile per raggiungere con comodità le finestre. Insomma una casa vivibile e organizzata, che gioca sull’idea di riuscire a ricostruire gli spazi partendo dalle armadiature.

Impostazioni privacy