Il colore della tua spugna ti dice come dovrebbe essere usata in cucina

Le spugnette da cucina: piccoli strumenti che svolgono un ruolo fondamentale nelle nostre attività di pulizia.

Molto spesso, gli accessori come le spugnette da cucina vengono dati troppo per scontato. Sono piccole e le abbiamo sempre lì a disposizione, quasi non se ne accorgiamo. Tuttavia, questi semplici ma efficaci compagni di pulizia, meritano di essere esaminati in maniera più approfondita.

Spugnette da cucina
Come mai le spugne presentano vari colori? (living.it)

Di solito, sono composte da materiali sintetici o naturali come la cellulosa o la fibra di nylon. La struttura delle pugnette è porosa e consente di assorbire efficacemente l’acqua ed il sapone e la rende ideale per eliminare lo sporco e i residui di cibo. Vi sarete sicuramente accorti che esistono spugne di molti colori. Non si tratta di solo di una scelta estetica, ma c’è qualcosa in più.

I colori delle spugne e i loro utilizzi: ecco i più comuni

Ogni spugnetta ha il suo colore ed ogni colore di spugnetta indica il tipo di utilizzo che ne possiamo fare. Ad esempio, una delle spugnette più diffuse è quella blu, che serve se dobbiamo affrontare una pulizia delicata. Essendo abbastanza morbida è ideale per superfici sensibili come l’acciaio inox e anche la vetroceramica.

Quando abbiamo a che fare con queste superfici, è importante evitare di graffiarle e danneggiarle. La spugna blu è anche perfetta per le posate e le stoviglie più delicate come i piatti dipinti a mano o le porcellane. Inoltre, se dobbiamo pulire la lavastoviglie è un’ottima scelta.

I colori delle spugne
La spugna blu è l’ideale per le posate (living.it)

Un altro colore molto diffuso è il verde. La spugna verde è destinata ad una pulizia più profonda rispetto a quella blu. Il lato morbido può essere utilizzato per pulire i bicchieri e rimuovere residui senza graffiare. Il lato abrasivo, invece, è perfetto per lo sporco ostinato, soprattutto se trattiamo la parte inferiore delle pentole e delle padelle.

Ci sono poi le spugne in acciaio che presentano spesso un colore dorato o argentato. Queste sono destinate allo sporco più ostinato e incrostato. Grazie alla loro struttura metallica, sono in grado di eliminare le incrostazioni da pentole e padelle con facilità. Meglio ancora se vengono utilizzate in combo con un sapone sgrassante. Ricordiamo di scegliere con cura le superfici su cui utilizzarle perché potrebbero rilasciare dei graffi.

Dunque, scegliere bene il colore della spugna da cucina significa lavare correttamente piatti, posate e utensili vari. La prossima volta che ci troviamo al supermercato o in un negozio di casalinghi, scegliamo con saggezza per evitare di fare danni!

Impostazioni privacy