Piante da balcone: le combinazioni da piantare per un risultato fantastico

Vuoi coltivare delle piante in balcone ma non sai quali ed in che modo? Ecco alcune coppie con un legame perfetto!

Chi l’avrebbe mai detto che anche le piante possono trovare l’anima gemella? Questo può avvenire grazie alla consociazione. Prova ad immaginare un giardino in cui le piante non sono isolate e solitarie, ma stringono dei rapporti, lavorando insieme per creare un ecosistema armonioso, protettivo e funzionale.

Le combinazioni perfette
Alcune piante sono perfette da piantare assieme! (living.it)

Queste amicizie perfette che si vengono a creare si collocano in un mutuo patto in cui ciascuna pianta offre qualcosa di unico e prezioso all’altra. La pratica agricola della consociazione permette, quindi, di coltivare diverse specie di piante nello stesso spazio, ottenendo molti benefici.

La consociazione delle piante: una storia di amore e connessione

Trovare un compagno di crescita, per la pianta, significa superare delle sfide della vita vegetale. Ma tutte le piante possono essere la coppia vegetale perfetta? In realtà, bisogna stare molto attenti e puntare su degli abbinamenti specifici. Innanzitutto, va ricordato che non c’è bisogno di avere un ampio giardino per poter mettere in pratica la consociazione. Basterà anche un piccolo spazio verde creato sul balcone.

Consociazione delle piante
Carote e cipolle sono le regine della consociazione (living.it)

Una delle consociazioni più fortunate è quella che si viene a creare tra le carote e le cipolle. Entrambe riescono ad ad allontanare i parassiti dell’altra recando così un mutuo beneficio. Ad esempio, la mosca della cipolla viene allontanata dalla carota mentre, la mosca che attaccherebbe la carota, viene invece allontanata dalla presenza della cipolla.

Una cosa simile succede tra fagioli e patate. Il parassita del fagiolo, il tonchio, viene allontanato dalle patate mentre la presenza della dorifora, un insetto che attacca la patata, viene drasticamente ridotta dai fagioli.

Ancora, pomodori e asparagi sono molto compatibili. Hanno bisogno di sostanze completamente diverse, quindi, non entrano in competizione nel terreno. L’ombra generata dalle piante di pomodoro riesce a tenere sotto controllo le erbe infestanti che altrimenti soffocherebbero gli asparagi.

Interessante è la consociazione delle tre sorelle composta da zucchine, fagioli e mais. Questa è una delle consociazioni più antiche che veniva usata già agli albori dell’agricoltura. Tra queste tre piante si crea un vero e proprio rapporto di cooperazione e di sinergia.

Il primo lato positivo che viene fuori da questa consociazione è lo sfruttamento massimo dello spazio. I fagioli, infatti, devono essere rampicanti e quindi si sviluppano in altezza. Il mais si sviluppa nello stesso modo in verticale, dando sostegno ai fagioli. In ultimo, invece, le zucchine si pongono in orizzontale non andando ad occupare lo spazio dei fagioli e del mais e impedendo il formarsi di erbe infestanti.

Esistono anche alcune combinazioni assolutamente da evitare: cavoli e fragole non amano stare vicino, così come finocchi e pomodoro o piselli e aglio!

Impostazioni privacy