Quante volte ti sei ritrovato con una bottiglie ma senza un cavatappi, ma sai che puoi aprirla anche così?

Vuoi bere una bottiglia di vino con gli amici ma non hai il cavatappi a portata di mano? Ecco un metodo alternativi per aprirla.

Quante volte ti è capitato di uscire con i tuoi amici, magari per un picnic al parco e di renderti conto di avere con te le bottiglie di vino, ma non il cavatappi? Non disperare: oggi scoprirai un metodo davvero semplicissimo per aprirle subito anche senza questo strumento apposito: ti spieghiamo di più.

come aprire bottiglie senza cavatappi
Come aprire le bottiglie senza cavatappi (living.it)

Aprire le bottiglie di vino può risultare complicato a primo impatto se non si dispone di un cavatappi. Questo in quanto il sughero è ben compresso all’interno del collo della bottiglia: il cavatappi, dunque, è strutturato in modo da forare il materiale in profondità e tirarlo via in pochi secondi. Si tratta, dunque, di una procedura abbastanza “incisiva”: quella che ti spiegheremo, però, si basa su altri concetti.

Saranno necessari diversi minuti per metterlo in pratica, in quanto sfrutta un importante principio della fisica per far alzare il tappo della bottiglia “in autonomia”. Non ti servirà chissà quale strumento per metterlo in atto, ma soltanto uno o più accendini, oggetti che quasi sempre sono a disposizione all’interno di una comitiva di amici. Scorri con la lettura per conoscere questa procedura nel dettaglio.

Non hai un cavatappi? Ecco come aprire le bottiglie

Se hai a portata di mano un paio di accendini, non sarà affatto necessario un cavatappi per aprire la tua bottiglia di vino: secondo la scienza, infatti, il calore delle fiamme permetterà al tappo di sollevarsi e venir via senza il minimo sforzo. La motivazione te la spieghiamo dopo l’immagine.

come aprire bottiglie senza cavatappi
Ti servirà un accendino se ti manca il cavatappi (living.it)

L’unica cosa che dovrai fare è quella di azionare il tuo accendino e porre la fiamma vicino al collo della bottiglia, più precisamente tra il livello del liquido ed il tappo. In quest’area è sempre presente del gas che, sollecitato dal calore, andrà pian piano ad espandersi nello spazio circostante: il liquido non verrà toccato da questa procedura, in quanto è incomprimibile per sua natura.

Espandendosi, dunque, il gas andrà a spostare il tappo fino a quando non verrà via automaticamente. Chiaramente non si tratta di una procedura immediata: se avrai con te un paio di accendini, riuscirai ad aprire la tua bottiglia in poco più di una decina di minuti.  Ci vuole, dunque, un po’ di pazienza ma il risultato è garantito al 100%, soprattutto se non si hanno alternative migliori.

Impostazioni privacy