Se hai sempre fatto così sbagli di grosso: attenzione a questo brutto errore in bagno

Sebbene alcune abitudini in bagno siano comuni, possono compromettere in maniera silenziosa la nostra salute.

Che si tratti di un bagno pubblico, o quello di casa propria condiviso con più persone, la regola base per una buona convivenza è quella di mantenere i servizi igienici quanto più puliti possibile. Sebbene nel proprio piccolo ci si impegni per fare ciò, l’errore si cela in dettagli che sono a noi spesso ignoti.

L'errore da non commettere in bagno
L’errore più comune in bagno – (living.it)

Magari si sta attenti a sciacquare bene lo spazzolino da denti, o assicurarsi che la tavoletta del water sia perfettamente pulita, ma nonostante l’attenzione posta ai minimi dettagli è comunque possibile entrare in contatto con alcune infezioni silenziose quanto determinanti per la nostra salute.

Non si tratta degli asciugamani che andrebbero cambiati spesso, e nemmeno del fatto che in un bagno pubblico andrebbero lavate sempre le mani. Queste sono cose banali e già ben note (si spera). Quello che trattiamo oggi è indubbiamente più curioso, e la scoperta risale al 1891, ma ancora oggi si compie tale errore. Ebbene sì, le cattive abitudini sembrano essere dure a morire.

Il vero verso della carta igienica: la verità storica e scientifica

Può sembrare banale, ma ammettiamolo, almeno una volta nella vita tutti ci siamo posti questa domanda: da quale verso va messo il rotolo della carta igienica? La risposta possiamo trovarla sia nel brevetto ufficiale del prodotto, nonché da una spiegazione di carattere igienico.

Il verso giusto della carta igienica
Carta igienica: perché è così importante metterla nel verso giusto – (living.it)

Detta in breve, lo strappo della carta igienica dovrebbe essere rivolto verso di noi, non verso il muro, per due motivi principali. Dal punto di vista storico, l’inventore della carta igienica, Seth Wheeler, aveva previsto che lo strappo dovesse essere orientato verso di noi. Questo, come indicato nel brevetto depositato nel 1891.

D’altro canto, secondo un criterio igienico, questa posizione impedisce alla carta igienica di entrare in contatto con le pareti, riducendo il rischio di contaminazioni batteriche. Se lo strappo è rivolto verso di noi, inoltre, c’è meno probabilità che si tocchino accidentalmente le pareti mentre si strappa la carta, riducendo così il rischio di contaminare i fogli successivi. Per quanto si pensi che il proprio bagno sia pulito, un esperimento di Geopop ha dimostrato con i raggi ultravioletti quanti schizzi d’acqua (e non solo), siano realmente presenti.

Tale teoria, supportata dall’Università del Colorado, ci indica che se lo strappo è verso il muro, c’è anche il rischio di contaminare il muro stesso mentre si strappa la carta, aumentando il rischio di infezioni per gli utilizzatori successivi. Con lo strappo rivolto verso di noi, invece, si limita il contatto alla sola carta igienica, riducendo il rischio di contaminazione. Insomma, cambiare questa abitudine è tanto semplice quanto essenziale.

Impostazioni privacy