Alcuni frutti nascondono un segreto, basta immergere questa parte nell’acqua e quello che succede ha dell’incredibile

Ci sono alcuni frutti che delle volte non valorizziamo a pieno, ma che potrebbero sorprenderci per quello che hanno da offrire.

Che includere la frutta alla nostra quotidianità abbia un impatto positivo sulla nostra vita è indiscusso. Questa infatti, grazie alle sue vitamine e nutrienti, se inclusa nella nostra dieta in maniera intelligente, e andandola a sfruttare in tutte le sue varietà, può portare grandissimi benefici. Questi però non si fermano all’alimentazione.

Come utilizzare la buccia della frutta
Molti frutti hanno proprietà benefiche che vanno oltre il sole consumo alimentare – living.it

Ci sono infatti molti altri modi in cui andare a trattarla per trarne vantaggio. Spesso ad esempio, quando si è a casa, può capitare di ritrovarsi con degli scarti composti da bucce di frutti appena mangiati. Al contrario di quanto si crede però, buttarle sarebbe uno spreco, in quanto potrebbero tornarci utili tutti i giorni se trattate in questo modo.

Perché la buccia della frutta non deve essere cestinata

Immergendo la buccia della frutta nell’acqua succede infatti qualcosa di davvero formidabile. Un gesto semplice ma geniale, che vi permetterà di ottenere un alleato prezioso per la vostra routine. Ma per quale motivo alcuni frutti, come ad esempio la banana e tanti altri, possono diventare un partner davvero imperdibile per le tue giornate?

 

Come utilizzare la buccia della frutta
I barattoli ermetici sono un ottimo recipiente per evitare cattivi odori e macerare le bucce – living.it

Diciamolo subito, le bucce di frutta sono un ottimo fertilizzante: contengono infatti una buona varietà di nutrienti essenziali per le piante, tra cui potassio, fosforo, azoto, calcio e magnesio, che aiuteranno le piante a crescere forti e sane, a produrre fiori abbondanti e a resistere alle malattie.

Insomma, la prossima volta che hai la buccia della frutta a disposizione, pensaci bene prima di cestinarla, perché quando si decompongono nel terreno, rilasciano lentamente i nutrienti fornendo alle piante una fonte costante di nutrimento e – essendo una fonte di materia organica – aiuterà anche a migliorare la struttura del terreno, rendendo il suolo più soffice e aerato, favorendo il drenaggio e la ritenzione idrica, e creando un ambiente ideale per le radici delle piante.

Utilizzare la frutta come fertilizzante
Potete utilizzare un qualsiasi flacone spray e riempirlo con il vostro fertilizzante, in modo che sia pronto all’uso – living.it

Non solo. La decomposizione delle bucce di frutta attira nel terreno microrganismi benefici, come lombrichi e funghi, microrganismi che svolgono un ruolo importante nel mantenere la salute del suolo e nel rendere i nutrienti disponibili per le piante. Ma come preparare il fertilizzante con le bucce di frutta?

Riuscirci è molto semplice. La prima cosa che devi fare è raccogliere le bucce di frutta: scegli bucce di frutta fresca e biologica, evitando quelle trattate con pesticidi o conservanti. Quindi, taglia le bucce a pezzi piccoli per accelerare il processo di decomposizione e mettile in un barattolo di vetro per circa un terzo.

Fatto ciò, aggiungi acqua sufficiente a coprire completamente le bucce di frutta e chiudi il barattolo con un coperchio ermetico. Agita il barattolo ogni giorno per mescolare le bucce di frutta. Il fertilizzante sarà pronto in circa 2-4 settimane, quando l’acqua diventerà di colore scuro e avrà un odore piuttosto intenso.

A questo punto, prima di utilizzare il fertilizzante diluiscilo con acqua in un rapporto di 1:10 e applicalo infine alle tue piante, innaffiandole una volta alla settimana o ogni due settimane.

Impostazioni privacy