730 precompilato cambia tutto, segui attentamente questa procedura se non vuoi avere problemi

Da quest’anno il 730 precompilato cambia volto: come funziona la nuova versione semplificata, segui la procedura per non sbagliare.

Lo scorso 30 aprile si è aperta ufficialmente la stagione fiscale con l’Agenzia delle Entrate che ha messo a disposizione i modelli precompilati per la dichiarazione dei redditi 2024, riferita ai redditi percepiti lo scorso anno. Ad ogni modo, se in un primo momento i modelli erano solo consultabili da adesso in poi è finalmente possibile procedere all’invio, con o senza modifiche.

730 precompilato procedura
730 precompilato: la nuova procedura da seguire (Fonte: Ansa – Living.it)

Bisogna però ricordare che da quest’anno debutta la modalità di compilazione semplificata, che ha come obiettivo quello di aiutare i cittadini ad orientarsi con maggiore facilità tra i vari dati del 730, così da poter compilare la propria dichiarazione dei redditi in totale autonomia.

Attenzione, però, a non sbagliare o potresti avere anche tu dei problemi con il Fisco. Vediamo subito qual è la procedura da seguire.

Tantissime novità per il 730 precompilato: i passi da seguire per non sbagliare

A partire dal 20 maggio è finalmente possibile modificare ed inviare la propria dichiarazione dei redditi precompilata. Si ricorda che la scadenza ultima per l’inoltro è fissata per il prossimo 30 settembre per chi presenta il 730 e per il 15 ottobre 2024 per chi utilizza il Modello Redditi.

730 precompilato guida
Come si compila il 730 precompilato semplificato (Fonte: Ansa – Living.it)

Una volta fatto accesso all’area riservata del sito dell’Agenzia delle Entrate con le proprie credenziali Spid, Cie o Cns, si potrà scegliere in alternativa alla modalità tradizionale la nuova compilazione semplificata per visualizzare le informazioni all’interno di un’interfaccia più intuitiva grazie alla presenza delle nuove sezioni famiglia, casa, lavoro, spese.

In questo caso, dopo aver accettato o modificato i dati, sarà il sistema a inserirli automaticamente nel modello. Un’altra novità della precompilata semplificata 2024 è la possibilità di ricevere eventuali rimborsi, se spettanti, direttamente dall’Agenzia anche in presenza di un sostituto d’imposta.

Secondo le prime stime, i principali dati precaricati dal Fisco riguardano quest’anno le spese sanitarie, i premi assicurativi, le certificazioni uniche, i bonifici per ristrutturazioni e gli interessi sui mutui. A ciò si aggiungono i rimborsi per il bonus vista, i contributi previdenziali, le spese universitarie, quelle per gli asili nido, per gli interventi di ristrutturazione, le erogazioni liberali ecc.

Per maggiori informazioni è sempre possibile consultare la guida presente sul sito dell’AdE, il video pubblicato sul canale istituzionale YouTube che illustra in pillole le modalità di accesso alla precompilata e le date da ricordare. Sempre aggiornato è anche il sito dedicato Info e assistenza dove sono raccolte tutte le informazioni utili e le domande più frequenti sulla stagione dichiarativa 2024.

Impostazioni privacy