Esenzione canone Rai: ecco a quali condizioni ora puoi non pagarlo più

L’esenzione del canone RAI riguarda moltissimi italiani che però non sanno di averne diritto: ecco chi può smettere di pagarlo.

È considerata da molti la tassa più odiata dagli italiani e per molto tempo è stata tra le più evase in assoluto. Proprio per questo motivo da ormai diversi anni il canone RAI viene compreso nelle bollette per la fornitura elettrica e non può essere pagato distintamente da essa: questo in pratica costringe gli italiani a pagare il canone a meno che non vogliano farsi staccare la luce elettrica.

condizioni esenzioni canone rai
Chi ha diritto di non pagare il canone RAI? – living.it

Fortunatamente con la legge di Bilancio per l’anno 2024 è stato abbassato il costo del canone, che è passato da 90 a 70 Euro. Lo scopo dichiarato è stato quello di alleggerire la pressione economica a cui le famiglie italiane hanno dovuto far fronte a causa dell’inflazione.

Nonostante questo non tutti gli italiani sono tenuti a pagare il canone televisivo. Per esempio coloro che non posseggono un televisore non sono tenuti a pagare il canone, ma devono rilasciare un’apposita dichiarazione all’Agenzia delle Entrate. Anche chi possiede un locale pubblico in cui espone un televisore non è tenuto al pagamento del canone per quell’apparecchio: si tratta nella maggior parte dei casi di bar e ristoranti, ma anche di circoli ricreativi e rivenditori di apparecchiature elettroniche.

Gli anziani non devono pagare il canone RAI: tutti i requisiti

Secondo le statistiche sono ormai principalmente gli anziani a guardare assiduamente la televisione mentre le fasce più giovani della popolazione preferiscono di gran lunga l’intrattenimento digitale. Non sono molti a sapere, però, che gli italiani con più di 75 anni hanno la possibilità di non pagare il canone a patto, ovviamente, di essere in possesso di alcuni altri requisiti.

condizioni esenzioni canone rai
Molti anziani possono non pagare il canone Rai – living.it

Tra i requisiti fondamentali c’è quello relativo al reddito: solo gli anziani che possono contare su un reddito annuo pari o inferiore a 8.000 Euro hanno diritto all’esenzione del canone. Oltre a questo però è necessario che nella stessa non abiti un altro individuo dotato di reddito.

Da questo limite sono esclusi i partner legalmente riconosciuti ma anche colf e badanti. In pratica il diritto all’esenzione decade se nella stessa casa dell’anziano abita, per esempio, un nipote dotato di reddito proprio e non a carico del nonno. In quel caso lo Stato implica che debba essere il nipote a pagare per il televisore che viene utilizzato per tutta la famiglia.

Per ottenere l’esenzione è necessario presentare un’apposita dichiarazione all’Agenzia delle Entrate. Tale dichiarazione rimarrà sempre valida fino a che l’anziano rimarrà in possesso di tutti i requisiti, quindi non dovrà essere ripetuta ogni anno ma presentata una volta sola.

Impostazioni privacy