Mutuo agevolato INPS fino a 30 anni: come chiederlo e quali documenti presentare

Ottime notizie: è possibile ottenere un mutuo agevolato fino a 30 anni. Vediamo i requisiti necessari per ottenere il beneficio. 

Brutti tempi per chi vuole comprare casa. Ma dopo mesi di preoccupazioni, finalmente arriva una buona notizia: arriva il mutuo agevolato. Vediamo tutto nei dettagli.

Mutuo agevolato
Mutuo agevolato fino a 30 anni/Living.it

Non è un buon periodo per il mercato immobiliare del nostro Paese: l’offerta di case in vendita continua a crescere mentre la domanda continua a diminuire. Questo avviene, principalmente, per due ragioni: gli immobili costano sempre di più e le banche erogano sempre meno mutui. Chi ha ottenuto il finanziamento a inizio 2022 difficilmente, alle stesse condizioni, riuscirebbe ad ottenerlo oggi.

Non solo. Molti sono preoccupati da un altro fattore: gli aumenti dei tassi di interesse. Anche ammesso di riuscire ad ottenere il tanto sospirato mutuo, il rischio è quello poi di trovarsi a fare i conti con rate che aumentano da un mese all’altro. Ecco perché sempre più giovani restano in affitto.

Ma restare in affitto non è vantaggioso. In primo luogo perché, proprio per il fatto che nessuno può più acquistare, gli affitti sono balzati alle stelle; in seconda battuta se si resta per anni in affitto, si gettano via i propri soldi senza trovarsi poi con nulla in mano. Fortunatamente arriva una buona notizia: arriva il  mutuo agevolato.

Mutuo agevolato: ecco chi può ottenerlo

Dopo mesi di “depressione” sul fronte del mercato immobiliare, finalmente arriva una buona notizia per tanti giovani e per tante giovani coppie. Da oggi si può ottenere un mutuo agevolato. Vediamo insieme quali sono i requisiti necessari per avere diritto all’agevolazione.

Requisiti per ottenere il mutuo agevolato
Chi può ottenere il mutuo agevolato/ Living.it

Acquistare la prima casa è un po’ il coronamento di un sogno, un passo importante sia nella vita di un single che  nella vita di una coppia. Il settore immobiliare è uno dei pilastri dell’economia italiana e noi alla casa di proprietà siamo storicamente e culturalmente molto legati.

Purtroppo, da due anni a questa parte, riuscire a comprare anche solo un bilocale sembra essere diventato un sogno irrealizzabile. Ma ora la ruota torna a girare a nostro favore e molti potranno ottenere un mutuo agevolato. Si tratta del Mutuo Prima Casa INPS – ex mutuo Indap- e si rivolge unicamente ai dipendenti della Pubblica Amministrazione. Possono chiederlo sia i dipendenti in servizio assunti con contratto a tempo indeterminato sia gli ex dipendenti in pensione.

In pratica, a fronte di un mutuo agevolato, il mutuatario concede all’Inps l’ipoteca sull’immobile che andrà ad acquistare. Per ottenere l’agevolazione è necessario non essere proprietari di altri immobili in Italia e non acquistare una casa che rientri nelle categorie di lusso. Inoltre è necessario che il mutuatario sposti lì la sua residenza. La durata del mutuo può arrivare fino a 30 anni ma, naturalmente  dipenderà dall’età del beneficiario che, in nessun caso, potrà avere più di 80 anni.

Ma quanto si può ottenere? L’importo del finanziamento che si può ottenere arriva fino a 300.000 euro nel caso si tratti di un immobile di nuova costruzione acquistato da un privato o da una cooperativa o tramite asta pubblica. Per fare richiesta è necessario accedere al portale dell’Inps dove sono specificati tutti i documenti che bisogna allegare. C’è tempo fino al 30 novembre.

Impostazioni privacy