Usi la stufa in camera da letto? Forse dovresti sapere che non tutti i modelli vanno bene, pericolo per la salute

Possono essere molte le situazioni in cui in casa si mette la stufa in camera da letto, ma non tutte vanno bene e possono innescare pericoli.

Non tutti hanno la fortuna di vivere in una casa grande, con tante stanze; soprattutto nelle città più grandi in cui il costo degli immobili è elevatissimo e a prezzi “umani” si trovano solo piccoli monolocali o bilocali. Ebbene in questi casi il discorso riscaldamento si fa un po’ più complesso.

quale stufa adatta in camera da letto
Non tutte le stufe sono adatte alla camera da letto – Living.it

Infatti anche se esistono diversi tipi di stufe e impianti non si può installare ciò che vogliamo, in quanto esistono delle norme di sicurezza ben precise da rispettare. Nonostante ciò, non è insolito che le persone mettano una stufetta, magari elettrica, nella camera da letto. Ma è doveroso sapere che è necessario scegliere la stufa o sistema di riscaldamento idoneo per non incorrere in problemi di salute se non addirittura nel rischio di incendio.

Quali sono le stufe che si possono mettere nella camera da letto? La risposta non è scontata

Anche a prescindere dal proprio budget è opportuno indirizzare la scelta di una stufa in merito alle performance e soprattutto alla sicurezza. Oggi potremmo pensare che la stufa a pellet sia una delle soluzioni migliori anche in camera da letto, ma non è sempre così: per legge ci deve essere uno sfiato che porta i fumi della combustione sopra al tetto, e non sempre si può realizzare.

limiti della stufa a pellet
Non sempre la stufa a pellet è idonea per la camera da letto – Living.it

Le stufette elettriche, sebbene siano sicure (almeno i modelli più recenti) non dovrebbero essere sistemate in camera poiché il pericolo di incendio è molto alto. In camera troviamo tende, tappeti e tessili che possono facilmente prendere fuoco.

Una delle soluzioni più sicure e sostenibili è rappresentata dalle stufe a bioetanolo; il combustibile non puzza, non servono canne fumarie né sfiati, e questo tipo di stufa è ideale per scaldare piccoli ambienti. Inoltre il bioetanolo produce una fiamma come quella dei caminetti e quindi dona anche un’atmosfera accogliente e romantica. Ovviamente il bioetanolo è un liquido infiammabile e bisogna tenere le stufe in luogo sicuro.

La legge poi parla chiaro: nei monolocali, nei bagni e nelle camere da letto si possono installare solamente stufe ermetiche a tenuta stagna, se parliamo di gas o di legna. Inoltre la camera da letto deve essere di almeno 10 metri quadrati e con un soffitto di almeno 3 metri, caratteristiche non facilmente riscontrabili perché oggi le case hanno spesso i soffitti a 2,70 metri.

Un’idea potrebbe essere quella di mettere in camera i quadri riscaldanti. Oltre che di design e molto decorativi, questi dispositivi si possono mettere a parete, dunque lontani dai tessuti presenti in camera, e inoltre riscaldano molto velocemente. Infine, hanno anche un prezzo molto accessibile, sui 100 euro circa.

Impostazioni privacy