Bonus infissi con 104: sono 2 le possibilità con ottenere sconti e detrazioni

Le persone affette da disabilità e beneficiarie della legge 104 hanno diritto a speciali agevolazioni per il rinnovo degli infissi. Ecco tutte le informazioni utili.

Per chi versa in una condizione di disabilità fisica è fondamentale poter vivere in un ambiente domestico sicuro e confortevole sotto tutti i punti di vista. In questa logica rientrano alcune particolari agevolazioni di cui possono usufruire i beneficiari della legge 104. Fino al 2023 grazie al Bonus Barriere architettoniche era possibile sostituire gli infissi usufruendo del 75% di sconto in fattura, in presenza di specifici requisiti a livello di facilitazione dell’utilizzo da parte dei disabili. E oggi?

bonus infissi 104 possibilità sconti detrazioni
Coloro che intendono sostituire i vecchi infissi con modelli più moderni ed efficienti, possono beneficiare di due importanti agevolazioni fiscali. (Living.it)

Il Bonus Barriere architettoniche ha subito modifiche significative per quanto riguarda gli interventi ammissibili nel 2024. Dal 1° gennaio di quest’anno, gli interventi di ristrutturazione dei bagni e la sostituzione degli infissi non beneficeranno più dell’agevolazione fiscale del 75%: il Bonus in questione potrà essere usato solo “per la realizzazione in edifici già esistenti di interventi volti all’eliminazione delle barriere architettoniche aventi ad oggetto esclusivamente scale, rampe, ascensori, servoscala e piattaforme elevatrici“. Ma non mancano le alternative.

Una casa a prova di spiffero con la Legge 104

Chi intende sostituire i vecchi infissi con modelli più moderni ed efficienti, può beneficiare di due importanti agevolazioni fiscali: l’Ecobonus e il Bonus casa. Si tratta di incentivi statali che coprono fino al 50% delle spese sostenute, sono gestiti dall’Agenzia delle Entrate e accessibili a tutti. In questo caso il risparmio si ottiene sotto forma di detrazione Irpef su un arco temporale di 10 anni (non è prevista prevista la possibilità di cessione del credito o di sconto in fattura).

bonus infissi 104 possibilità sconti detrazioni
I bonus disponibili garantiscono un risparmio sotto forma di detrazione Irpef su un arco temporale di 10 anni: non è prevista prevista la possibilità di cessione del credito o di sconto in fattura. (Living.it)

Nel caso dell’Ecobonus, l’agevolazione è estesa ad accessori come tapparelle o tende esterne per il potenziamento dell’isolamento termico, e non è soggetta a restrizioni legate alle categorie catastali degli immobili: può essere applicata tanto a edifici residenziali quanto a strutture adibite a uso commerciale o professionale, uffici e laboratori compresi. Il tetto massimo di spesa previsto è però di 60.000 euro.

Il bonus casa è un’opportunità da cogliere per chi ha in programma lavori di ristrutturazione nell’intero immobile, all’interno dei quali si prevede la sostituzione delle finestre o l’installazione di nuovi infissi. Il rimborso copre il 50% delle spese sostenute per lavori e materiali, applicata sull’imposta lorda Irpef, con un limite massimo di spesa ammissibile che in questo caso sale a 96.000 euro. Ma l’incentivo infatti è valido esclusivamente per lavori di ristrutturazione o manutenzione straordinaria su immobili a uso abitativo.

Impostazioni privacy