Il modo più semplice ed economico per un upgrade della vostra casa

Se vuoi rendere la tua casa più moderna in una singola mossa, ti basterà acquistare questi oggetti: farei un figurone!

Dare alla propria abitazione un aspetto più moderno ed al passo coi trend è più semplice di quanto potete immaginare. Basterà, infatti, lavorare esclusivamente sui piccoli dettagli per cambiare totalmente l’estetica di una o più stanze: inoltre, non dovrete assolutamente spendere un patrimonio, ma basteranno letteralmente pochi euro o, comunque, un budget assolutamente contenuto.

come migliorare casa
Migliorare l’aspetto di casa con un singolo oggetto (living.it)

Se volete ricreare un’atmosfera leggermente più luxury in casa, sappiate che non dovrete necessariamente acquistare tanti oggetti dal design iper sofisticato. Se avete già arredato con prodotti low budget, ad esempio, potreste comprare anche un singolo oggetto leggermente più elegante, magari quello che spicca di più all’occhio, in modo tale da creare un punto focale di fascia più alta (clicca qui per maggiori dettagli).

In secondo luogo, per rimodernare il vostro appartamento è necessario scegliere delle fonti di illuminazione adeguate, dunque non solo ben in linea con tutto lo stile da voi scelto, ma anche pratiche e funzionali all’occorrenza. Esistono tantissimi modelli di lampade, piantane, faretti e chi ne ha più ne metta (clicca qui per saperne di più): oggi, però, vi parliamo di una tipologia davvero sottovalutata, oltre che estremamente conveniente per le vostre tasche.

Rimodernare casa con gli strip leds, ecco come fare

Si chiamano strip leds e sono dei circuiti stampati flessibili sotto forma di nastro, all’interno dei quali sono incorporate delle luci led (bianche ma anche RGB). Solitamente, un lato delle strisce prevede del biadesivo, motivo per cui possono essere posizionate in qualsiasi area della casa si voglia illuminare. Vi diamo qualche spunto per sfruttarle al meglio.

rimodernare casa con gli strip leds
Strip Leds, come usarli in casa (living.it)

Questi nastri sono realizzati in lunghezze variabili, da un minimo 1 ad un massimo di 10m e sono costituiti in alluminio (di diversi formati e spessori) e con un coperchietto in policarbonato, volti sia a nascondere i led, ma anche a proteggerli da polvere, umidità ed altri fattori che potrebbero rovinarli nel tempo.

Un utilizzo interessante di questa tipologia di illuminazione è quella di creare tagli e linee irregolari (magari nei corridoi), ma anche di nasconderle in aree vuote di cartongesso, in modo tale che l’area circostante risulti illuminata, ma senza che la striscia sia effettivamente visibile.

Le stanze dove potreste maggiormente usufruire di questa tipologia di illuminazione sono sicuramente cucina e camere da letto, sopra la linea dei pensili, ma anche in bagno (su mensole ed armadietti), a condizione di non esagerare. Le luci led, infatti, potrebbero facilmente stufare se non utilizzate con la giusta moderazione.

Vi piacciono?

Impostazioni privacy